Gestire il colore in pdfToolbox

I problemi legati ai colori e agli spazi colore sono molto frequenti nelle lavorazioni grafiche. pdfToolbox mette a disposizione molte funzionalità per risolvere questi problemi.

Preflight

Innanzitutto pdfToolbox è in grado di eseguire specifici controlli di preflight sui colori. In un profilo di preflight è possibile attivare verifiche per l’uso di RGB, tinte piatte, spazi colore calibrati (come gli spazi colore basati su ICC), uso di intenti di output, e molto altro. Questi controlli costituiscono una soluzione completa per garantire che i colori dei documenti rispondano esattamente alle esigenze.

Conversione colore con profili ICC

La conversione colore più frequente è quella basata su profili ICC; dati un profilo ICC sorgente e uno di destinazione, i colori vengono convertiti dalla sorgente alla destinazione. pdfToolbox include nello Switchboard un’azione specifica per questo tipo di conversione colore.

Figura 1: Il pannello Esegui conversione nello Switchboard di pdfToolbox

La conversione colore di pdfToolbox consente di specificare il tipo di documento da convertire, quali colori devono essere presi in considerazione (per esempio, per escludere le tinte piatte) e qual è la destinazione. Naturalmente questa operazione può essere eseguita anche in automatico.

Figura 2: Una correzione per convertire i colori nel profilo ISO Coated v2

Lo strumento che esegue la conversione è la correzione di preflight 'Converti colore'. Questa correzione è completamente configurabile a seconda delle esigenze, per poi essere inclusa in un profilo di preflight. L’esecuzione della conversione può essere eseguita in tutte le versioni di pdfToolbox (Desktop, Server, CLI e SDK).

Conversione colore con l’utilizzo di profili DeviceLink

When converting from CMYK to CMYK or for special processing such as TAC reduction or ink saving, color conversion based on DeviceLink profiles gives better results and this too is possible in pdfToolbox.

L’utilizzo di profili DeviceLink offre risultati migliori nella conversione da CMYK a CMYK e nelle applicazioni di ink saving. pdfToolbox è in grado di eseguire conversioni con profili DeviceLink.

Applicazione manuale di profili DeviceLink

In pdfToolbox Desktop, il pannello Colori dello Switchboard contiene l’azione 'Conversione DeviceLink'. È possibile selezionare il profilo DeviceLink da usare, scegliere gli oggetti su cui eseguire la conversione, indicare quali spazi colore devono essere convertiti.

Figura 3: Conversione DeviceLink nello Switchboard

Applicazione automatica di profili DeviceLink

Utilizzando una correzione di preflight, è possibile automatizzare la conversione DeviceLink.

Figura 4: Riduzione della copertura di inchiostro (TAC) tramite una correzione di preflight

In questo esempio, una correzione esegue la riduzione della copertura totale di inchiostro (TAC) mediante l’utilizzo di un profilo ColorLogic.

Dove trovare i profili DeviceLink

pdfToolbox è in grado di utilizzare profili DeviceLink per i documenti PDF; non contiene uno strumento per la creazione e la modifica dei profili. Per utilizzare le funzionalità DeviceLink è necessario avere a disposizione i profili, che si ottengono in vari modi:

  • Si possono utilizzare i profili DeviceLink forniti da callas con l’opzione “DeviceLink” di pdfToolbox. Questa opzione è disponibile a pagamento e fornisce una serie di profili che coprono le conversioni tra gli standard più diffusi (per esempio tra SWOP e ISO Coated)
  • Si possono utilizzare profili personalizzati. Esistono diversi strumenti che consentono di creare profili, per esempio CoPrA di ColorLogic. I profili devono essere aperti e non bloccati, per consentire l’utilizzo in pdfToolbox.
  • È possibile acquistare pacchetti DeviceLink distribuiti da altri produttori. Per esempio, ColorLogic vende una vasta gamma di profili DeviceLink che coprono tutte le situazioni, dalla conversione tra standard alle esigenze di ink saving.

Lavorare con le tinte piatte

Modificare e convertire tinte piatte è un’operazione molto frequente: pdfToolbox implementa una serie di funzionalità specifiche per la gestione delle tinte piatte. In pdfToolbox Desktop, per esempio, è possibile lavorare in modo interattivo sui colori Pantone.

Figura 5: lavorare con le tinte piatte nello Switchboard

Per ogni tinta piatta è possibile cambiare il nome, lo spazio colore alternativo, i valori di visualizzazione; inoltre, la tinta può essere mappata su un’altra tinta piatta o convertita in CMYK.

Per i workflow automatizzati è possibile utilizzare una correzione di preflight per mappare i colori o convertirli in CMYK.

Figura 6: Mappatura delle tinte piatte con una correzione di preflight

Correggere i problemi del colore

Alcuni problemi legati al colore e agli inchiostri non possono essere risolti con gli strumenti di conversione, per esempio la correzione del nero ricco.

Figure 7: Example fixup to convert 4C black to real black

pdfToolbox include correzioni per i casi più frequenti:

  • Conversione da nero ricco a nero
  • Conversione del colore 'All' (colore di registro) in nero CMYK
  • Impostazione degli oggetti neri (e grigi) in sovrastampa
  • Impostazione degli oggetti bianchi in foratura

Domande?

Maggiori informazioni sui prodotti callas sono disponibili nelle pagine di prodotto sul sito web. Per una demo personalizzata, e per domande più specifiche, è possibile contattare callas.